Tunisia: ridotta pena studenti condannati per omosessualità

Da 6 anni a un mese. Ass. Shams, giudizi senza coraggio

04 marzo, 10:17

Polizia di fronte a tribunale di Tunisi Polizia di fronte a tribunale di Tunisi

(ANSAmed) - TUNISI, 4 MAR - La Corte d'appello di Sousse ha ridotto la pena ad un mese di reclusione e 400 dinari di multa per i sei studenti universitari condannati nel dicembre scorso a tre anni di carcere per ''omosessualità'' dal Tribunale di Kairouan. Lo ha annunciato l'associazione ''Shams - per la depenalizzazione dell'omosessualità in Tunisia''. La Corte ha anche annullato per gli imputati la misura dell'allontanamento dalla città di Kairouan per cinque anni e cancellato l'accusa di offesa al pudore.

Shams rende noto che i 6 giovani resteranno in libertà ma sono comunque colpevoli per il reato di omosessualità previsto dalle norme. Per questo l'associazione esprime la sua delusione rispetto alla "mancanza di coraggio della Corte, considerando questo giudizio come un'offesa ai diritti dell'uomo e della dignità umana.

La difesa dei ragazzi vuole ricorrere in Cassazione. "Non hanno fatto niente, sono innocenti, allora perché condannarli a un mese? Che ipocrisia" ha dichiarato subito dopo la sentenza l'avvocato Fadoua Braham. (ANSAmed)

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati