Migranti: Merkel, l'afflusso del 2015 non si ripeterà

Cancelliera, 'Ma non appoggio la chiusura agli islamici'

19 settembre, 21:50

Angela Merkel in conferenza stampa Angela Merkel in conferenza stampa

BERLINO - La cancelliera tedesca Angela Merkel ha detto a Berlino che non sosterrà una linea di chiusura ai migranti islamici, ma ha escluso che possa ripetersi un afflusso di profughi eccezionale come quello del 2015.
La cancelliera ha tratteggiato le difficoltà di integrazione culturale e occupazionale dei profughi - e pure i pericoli per la sicurezza "anche perchè non ogni profugo è venuto nel nostro Paese con buone intenzioni" - per porsi la domanda se "tutto ciò sia ora motivo per correggere in parte la linea della politica sui profughi" come auspicato "dall'82% degli intervistati in un sondaggio della settimana scorsa". Se gli intervistati intendevano "che la gente semplicemente non vuole accogliere nessuno straniero, specialmente nessuna persona di fede islamica, essa ha contro la nostra costituzione, i vincoli di diritto internazionale del nostro Paese, ma soprattutto anche il fondamento etico dell'Unione cristiano-democratica della Germania e la mia personale convinzione. Questa linea, io e la Cdu, non la possiamo seguire", ha detto la cancelliera.
"Ma se l'82% in effetti voleva dire", ha aggiunto, "che non deve ripetersi la situazione che abbiamo avuto l'anno scorso in seguito a una emergenza umanitaria con, all'inizio, un ingresso in parte incontrollato e non-registrato" di profughi in Germania, "allora io lotto affinché ciò non si ripeta. A questo servono tutte le misure degli ultimi mesi. La ripetizione di quella situazione non la vuole nessuno e io neppure", ha detto la cancelliera notando "che sempre meno persone vengano a noi" grazie alla "chiusura della rotta balcanica" ma "anche" dell'intesa tra Ue e Turchia, un accordo "molto importante, sensato". Merkel ha poi aggiunto: "Io e la Cdu siamo convinti che un tetto statale ai profughi non risolverà il problema. Dobbiamo rivedere il trattato di Dublino e affrontare la situazione fuori i confini Ue". La Cancelliera ha osservatoo che "i profughi che arrivano in Italia sono soprattutto di tipo economico". "Non possiamo accoglierli tutti, dobbiamo intervenire per combattere le cause in quei Paesi".

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati