Turchia: chiesto bando da politica del leader curdo Demirtas

'Si vietino attività per 5 anni a 687 dirigenti dell'Hdp'

18 marzo, 12:22

Turchia: convalidato arresto leader curdo Demirtas Turchia: convalidato arresto leader curdo Demirtas

ISTANBUL - La richiesta presentata dalla procura generale della Cassazione alla Corte costituzionale turca di bandire il filo-curdo Hdp per legami con i "terroristi" del Pkk include anche l'interdizione per 5 anni dalle attività politiche di 687 dirigenti del partito, compreso il leader carismatico ed ex candidato alla presidenza della Turchia, Selahattin Demirtas, già detenuto da oltre 4 anni. Lo riporta Anadolu.

Tra gli altri dirigenti di spicco che la procura chiede di bandire dalle attività politiche figurano gli attuali co-leader dell'Hdp, Pervin Buldan e Mithat Sancar, oltre a esponenti noti come Sezai Temelli e Sirri Sureyya Onder. "Non c'è alcuna differenza tra il partito Hdp e il Pkk. L'Hdp è il braccio politico dell'organizzazione terroristica armata Pkk", si legge nell'atto d'accusa della procura, di cui stamani sono stati forniti gli ulteriori dettagli. Secondo il magistrato, "l'Hdp svolge un ruolo attivo nel reclutamento di elementi dell'organizzazione terroristica armata Pkk" e la sua "chiusura è giuridicamente indispensabile per assicurare l'integrità della Turchia, oltre che la sicurezza e la pace della nazione" perché sarebbe "il fulcro di atti che prendono di mira l'unità e l'integrità dello stato".

Il partito filo-curdo, che alle ultime elezioni ha ottenuto 6 milioni di voti ed è la terza forza nel Parlamento di Ankara, ha sempre negato ogni legami con il Pkk, denunciando il tentativo di bando come un tentativo di "golpe politico" del governo di Recep Tayyip Erdogan.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo