Spagna: Madrid, si vota per le amministrative

Favorita Ayuso del Pp. Femen protestano contro Vox, arrestate

04 maggio, 15:04

(ANSAmed) - MADRID, 04 MAG - Si sono aperti alle 9 i seggi elettorali nella regione di Madrid, dove si tengono oggi le elezioni amministrative. Si tratta di una tornata che, secondo gli analisti, ha potenziali risvolti decisivi anche per quanto riguarda gli equilibri politici nazionali.

Si vota mentre continua l'emergenza Covid, anche se con dati in lieve miglioramento e con la campagna di vaccinazione che avanza a pieno ritmo.

La favorita per la vittoria è la presidente uscente, Isabel Díaz Ayuso: candidata del Partito Popolare, è considerata un astro nascente della destra spagnola. Sono chiamati alle urne 5,1 milioni di cittadini.

Nelle prime ore di apertura ai seggi si sono formate lunghe file. Gli elettori devono rispettare la distanza di sicurezza e vengono loro forniti gel igienizzante e mascherine. Gli organizzatori hanno chiesto alle persone anziane di recarsi ai seggi tra le 10 e le 12, mentre l'ultima ora disponibile, dalle 19 alle 20, è riservata a persone contagiate dal virus o con sintomi sospetti.

Diversi elettori chiamati a votare al seggio della scuola primaria Ermita del Santo, nel centro della capitale, hanno riferito che la coda scorre velocemente e l'organizzazione "è buona". L'assessore regionale alla giustizia, Enrique López, ha detto in conferenza stampa che le prime ore sono state di "totale normalità".

Intanto, cinque attiviste del collettivo femminista Femen sono state fermate stamattina dalla polizia spagnola a Madrid dopo essersi presentate a sorpresa al seggio in cui era chiamata a votare per le elezioni regionali Rocío Monasterio, candidata del partito di estrema destra Vox. Lo riportano i media spagnoli.

Le cinque donne erano a torso nudo e sostenevano dei cartelli con messaggi di protesta contro "il fascismo politico e istituzionale". La polizia le ha arrestate per "resistenza" e "grave disobbedienza", secondo l'agenzia di stampa Efe.

Monasterio si era messa in coda per votare insieme al marito Iván Espinosa de los Monteros, deputato nazionale di Vox. I due hanno raccolto volantini lanciati dalle attiviste di Femen e li hanno buttati in un cestino della spazzatura. "Le strade devono rimanere pulite", ha commentato Espinosa. La candidata di Vox, dopo aver votato, ha sostenuto che queste elezioni "cambieranno la politica spagnola". (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo