Erdogan, 'la Turchia ha salvato l'Ue dalla crisi migratoria'

'Bruxelles sostenga Ankara in maniera più decisa'

13 gennaio, 15:25

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan

ISTANBUL - "Senza l'azione della Turchia oggi Europa e Siria vivrebbero una situazione totalmente diversa e la crisi migratoria sarebbe molto più profonda, ci sarebbe più terrorismo e instabilità". Lo ha affermato il presidente turco Recep Tayyip Erdogan durante un incontro con gli ambasciatori in Turchia dei Paesi dell'Unione europea (Ue) ad Ankara.

"Nonostante i suoi sforzi per la crisi migratoria, la Turchia non è riuscita a ottenere un adeguato sostegno da parte dell'Ue", ha dichiarato il presidente turco chiedendo un aggiornamento dell'accordo del 2016 per cui Bruxelles stanzia fondi a favore di Ankara per sostenere la gestione dei rifugiati che si trovano in territorio turco - secondo i dati ufficiali almeno 3 milioni e 700 mila siriani - e in cambio della chiusura dei confini per i migranti che dalla Turchia tentano di raggiungere illegalmente l'Ue.

"Ci aspettiamo che l'Europa condivida con noi egualmente il peso di questa situazione", ha affermato Erdogan citando un mancato sostegno da parte di Bruxelles in progetti per il ritorno in patria di rifugiati siriani che si trovano in Turchia. Il presidente turco ha anche chiesto "una voce più forte da parte dell'Ue" contro presunti respingimenti di migranti che tentano di raggiungere le isole greche vicine alla costa turca da parte di Atene che spesso vengono denunciati dalle autorità di Ankara.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo