Francia: Macron nell'impasse, continuano le consultazioni

Dopo la debacle nelle elezioni legislative di domenica

22 giugno, 12:40

(ANSAmed) - PARIGI, 22 GIU - Come evitare la paralisi parlamentare? Nella Francia che si è andata delineando dopo la debacle della coalizione presidenziale di Emmanuel Macron nelle elezioni legislative di domenica, il presidente continua le consultazioni con le diverse forze politiche in campo, alla ricerca di una difficile maggioranza all'Assemblea Nazionale.

Rimasto sinora in silenzio, Macron potrebbe prendere la parola questa sera, prima del consiglio europeo di giovedì e venerdì a Bruxelles. ''E' tra e possibilità della giornata", ha detto una fonte governativa a Parigi. Dopo i faccia a faccia di ieri con il segretario dei Républicains, Christian Jacob (che al momento rifiuta il patto di governo con Macron), quello dei socialisti Olivier Faure, la leader del Front National, Marine Le Pen e il leader del Partito comunista, Christian Rousssel, il leader francese riceve in mattinata il segretario di Europe Ecologie-Les Verts Julien Bayou, la capogruppo della France Insoumise Mathilde Panot e il suo ex premier, Edouard Philippe, ormai capo del partito Horizons che appoggia la maggioranza.

Nel corso dei colloqui, secondo diverse fonti tra cui Roussel e Le Pen, Macron ha evocato ieri l'ipotesi di un governo di "unità nazionale". Da parte sua, Philippe invoca una "grande coalizione" per dare una "direzione stabile" al Paese. Da parte sua, il ministro per i Rapporti col Parlamento Olivier Véran esclude che il Rassemblement National e La France Insoumise possano entrare in una qualsiasi maggioranza, perché - ha detto - non appartengono "all'arco repubblicano". (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati