Spagna: tensioni nel governo per aumento delle spese militari

Dal Cdm ok a credito da 1 mld, la vicepremier Díaz dissente

05 luglio, 18:18

Yolanda Díaz, vicepremier e ministra del Lavoro spagnola Yolanda Díaz, vicepremier e ministra del Lavoro spagnola

MADRID - L'impegno assunto dalla Spagna in sede Nato di aumentare progressivamente fino al 2% del Pil le spese militari sta provocando tensioni all'interno della coalizione di centro-sinistra al governo: esponenti di Unidas Podemos, la formazione che ne fa parte insieme al Partito Socialista del premier Pedro Sánchez, hanno infatti mostrato a più riprese malcontento per questa decisione.

L'ultimo motivo di scontro è stata l'approvazione da parte del Consiglio dei ministri di un credito da un miliardo di euro riservato a spese straordinarie del Ministero della Difesa.

Subito dopo il Cdm, parlando a media iberici, la vicepremier e ministra del Lavoro Yolanda Díaz, la rappresentante governativa di Unidas Podemos con la posizione di maggior peso nel governo, ha chiesto che venga riunita d'urgenza la commissione incaricata di analizzare la situazione attuale della coalizione di governo. "La riunione si terrà nell'ambito della normalità del governo", ha affermato la portavoce dell'esecutivo, la socialista Isabel Rodríguez.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati