Macron nel mirino dei giudici per finanziamento illecito

Indagini su campagne elettorali e legami con McKinsey

25 novembre, 12:12

(ANSAmed) - PARIGI, 25 NOV - Indagini ad alto rischio per Emmanuel Macron. Dopo le indiscrezioni del quotidiano Le Parisien, il primo a lanciare la notizia, la Procura nazionale finanziaria di Parigi (Pnf) ha confermato di aver aperto due fascicoli giudiziari sui legami potenzialmente esplosivi tra il presidente e la società di consulenza Usa, McKinsey. Un siluro che già la scorsa primavera avvelenò la vittoriosa campagna presidenziale che ha portato Macron per altri cinque anni ai vertici della République.

Le Parisien parla di sospetti "finanziamenti illeciti", ma anche di "favoritismo" per l'attribuzione di alcune maxi commesse pubbliche alla società di consulenza Usa. In una nota la Procura nazionale finanziaria non cita mai il nome di Macron ma conferma di aver aperto, il 20 e 21 ottobre, due inchieste giudiziarie, riguardanti rispettivamente "le condizioni di intervento di uffici di consulenza nelle campagne elettorali" macroniste del 2017 e del 2022 e relativi sospetti di "favoritismo". La nota è stata diffusa dagli uffici del procuratore, Jean-François Bohnert, responsabile delle indagini.

I giudici devono indagare "in piena indipendenza", ha fatto sapere l'Eliseo, commentando a caldo la notizia.

Il Rassemblement National (RN) oggi attacca il presidentge: "Emmanuel Macron ha affidato la Francia a dei liquidatori, a dei predatori", ha detto il segretario del partito francese di estrema destra, Jordan Bardella. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati