Ad Ankara il secondo Turkey-Italy Innovation Day

Digitalizzazione e Transizione verde al centro del forum

09 novembre, 11:25

(ANSAmed) - ISTANBUL, 9 NOV - Transizione verde e digitalizzazione saranno al centro della collaborazione futura tra Italia e Turchia. Lo ha affermato il sottosegretario al Ministero degli Affari Esteri Manlio Di Stefano in occasione dell'apertura del secondo Turkey-Italy Innovation Day ad Ankara.

"Le nostre relazioni economiche sono basate su una forte interdipendenza industriale", ha ricordato Di Stefano parlando di una cooperazione tra Ankara e Roma nella transizione verde per aumentare gli investimenti nelle tecnologie con un basso impatto sull'ambiente, promuovere nuovi modelli di sviluppo per la riduzione delle emissioni e collaborare nel settore delle energie rinnovabili soprattutto a livello idroelettrico.

Una cooperazione in linea con l'obiettivo della Turchia di raggiungere zero emissioni entro il 2053 come ha sottolineato Hasan Mandal, presidente del Consiglio per la Ricerca Scientifica e Tecnologica di Turchia Tubitak che organizza il forum insieme all'Ambasciata italiana di Ankara. L'evento di oggi è un "segno tangibile dei legami tra Turchia e Italia in ogni settore", ha affermato l'ambasciatore italiano ad Ankara Massimo Gaiani rivelando l'obiettivo di creare "una piattaforma bilaterale di cooperazione permanente tra i nostri due Paesi".

Un legame testimoniato anche dalle circa 1500 aziende italiane che collaborano stabilmente con la Turchia come ha ricordato il viceministro turco dell'Industria e della Tecnologia Mehmet Fatih Kacir menzionando "un interscambio economico di 22 miliardi di dollari negli ultimi 12 mesi" e "3 miliardi di dollari di investimenti diretti in Turchia da parte dell'Italia". (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo