Ciclismo: pronto Tour degli Emirati, tra le 6 tappe anche l'Expo

Al via il 20 febbraio, partenza nel deserto di Madinat Zayed

21 gennaio, 11:46

NAPOLI - Due arrivi in salita, quattro tappe che finiscono in sprint e una crono nella città di Ajman.
Questo il quadro della quarta edizione del giro degli Emirati Arabi Uniti che parte il 20 febbraio, alla ricerca del nuovo vincitore dopo il successo 2021 di Tadej Pogacar, lo sloveno vincitore del Tour de France con la maglia della squadra Eau Emirates.
Il Tour emiratino darà il via al calendario Uci (Unione ciclistica internazionale) del 2022 che aspetta poi la fine dell'inverno in Europa ma scalda i muscoli dei ciclisti nella penisola arabica e nel Paese che quest'anno è guardato dal mondo per l'Expo in corso a Dubai, da dove partirà anche la tappa 6 del giro emiratino.
La quarta edizione del tour parte da Madinat Zayed e si svolge per 185 chilometri tutti nel deserto prima di tornare allo sprint nella stessa città. La sesta tappa, quella dell'Expo, sarà lunga cento chilometri e riporterà il gruppo alla sede dell'Esposizione per il rush finale. L'obiettivo per tutti sarà la maglia rossa del leader della classifica di una gara che diventa sempre più famosa nel circuito internazionale: "Diamo il benvenuto ai ciclisti - ha spiegato Aref Al Awani, segretario generale dell'Abu Dhabi Sports Council - e al via del calendario dell'Uci per l'inizio della stagione. Il Tour Eau è diventato una gara famosa nel mondo e migliora anche il mondo sportivo nel nostro Paese che ospita l'unica gara del ciclismo di livello mondiale nell'area del Medio Oriente".

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo