Marocco: dopo 40 giorni autisti sospendono scioperi

Pressing del premier sui ministri per convocare i sindacati

11 marzo, 18:13

RABAT - Gli autisti del Marocco depongono le armi. I ministri di Turismo e Trasporto aprono ai sindacati. C'è voluto l'intervento del capo del governo Aziz Akhannouch, per mettere in calendario gli incontri. Gli autisti del turismo erano in agitazione da 40 giorni, per chiedere al governo di intervenire contro le richieste di istituti di credito e società finanziarie che, nonostante due anni di inattività per il Covid, con conseguente stato di emergenza e chiusura delle frontiere, chiedevano ai proprietari di auto e van acquistati prima della pandemia di risolvere i debiti e minacciavano il sequestro dei mezzi.

Agli autisti di taxi e camion sono invece bastati quattro giorni di sciopero per ottenere un'apertura di credito. In collera per l'aumento del carburante che ha messo in ginocchio molti di loro, chiedevano riunioni per negoziare soluzioni con il governo. Il premier Akhannouch ha invitato i ministri a convocare con urgenza i sindacati di settore per "trovare una formula a sostegno dei lavoratori in un momento di difficile congiuntura".

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati