Gas: media Spagna, 'Algeri avvicina Roma e allontana Madrid'

Dopo accordo con Draghi. Causa, tensione sul Sahara Occidentale

12 aprile, 13:38

(ANSAmed) - MADRID, 12 APR - Un accordo strategico sul gas che avvicina Algeria e Italia mentre i rapporti tra il Paese nordafricano — principale fornitore di questa materia prima per la Spagna — e Madrid si fanno sempre più tesi: è questa la chiave di lettura proposta oggi da diversi media del Paese iberico in merito al viaggio di ieri ad Algeri del premier Mario Draghi.

La preoccupazione principale in Spagna è che la minaccia algerina di aumentare il prezzo del gas venduto a Madrid - dopo che il governo di Pedro Sánchez ha scelto di sostenere la posizione marocchina riguardo al conflitto del Sahara Occidentale a discapito di quella algerina (pro-indipendentista) - si materializzi e provochi seri problemi per gli equilibri energetici del Paese. Uno scenario che da alcuni viene considerato più probabile se nel frattempo l'Algeria prediligesse compratori alternativi, benché il governo abbia cercato di far fronte a quest'ipotesi con messaggi tranquillizzanti.

Mentre testate spagnole di stampo progressista si limitano a sottolineare come, grazie al nuovo accordo, l'Italia può ottenere "il triplo" della quantità di gas algerino attualmente importato dalla Spagna, i media conservatori propongono titoli di taglio editoriale più critico. "L'Italia strappa alla Spagna l'etichetta di socio prioritario dell'Algeria sul mercato del gas", afferma per esempio Abc, mentre El Mundo scrive che Sánchez "non può essere ricevuto ad Algeri con tutti gli onori come Draghi" dopo aver scelto di abbandonare la tradizionale linea spagnola di neutralità sul conflitto del Sahara Occidentale.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati