Algeria: oltre 19 mila insegnanti di inglese nelle scuole

Passo concreto nel distacco dal francese del passato coloniale

04 agosto, 17:38

(ANSA) - ALGERI, 04 AGO - Per la prima volta nella storia dell'Algeria, le autorità locali hanno assegnato oltre 19 mila posti per insegnanti d'inglese nelle scuole primarie. Lo riferiscono oggi i media algerini, tra cui il sito di notizie Sabqpress.dz, dando conto di uno sviluppo nell'annunciato distacco dal passato coloniale francese in questo settore dell'istruzione.

La stessa fonte precisa che 19.308 insegnanti di lingua inglese sono attesi nelle scuole primarie, quelle frequentate dai bambini fino ad 11 anni, all'inizio del prossimo anno scolastico, a settembre.

Martedì scorso il Ministero dell'Istruzione aveva emesso una circolare per avviare un processo ampio e immediato di reclutamento di insegnanti di inglese per le scuole elementari.

La decisione di insegnare l'inglese nelle scuole primarie in Algeria era stata annunciata già alcuni giorni fa dal presidente algerino Abdelmadjid Tebboune dicendo che "il francese è un bottino di guerra, ma l'inglese è una lingua internazionale".

Al momento in Algeria l'inglese viene insegnato nelle scuole medie e superiori. Il Paese assiste da molti anni a una vivace polemica a causa della predominanza del francese nei vari cicli di istruzione al posto dell'inglese. Ad eccezione del Ministero della Difesa, tutti i ministeri algerini usano la lingua di Molière nella maggior parte della corrispondenza interna e anche nelle dichiarazioni ufficiali, nonostante la Costituzione stabilisca che "l'arabo è la prima lingua nazionale e ufficiale".

Esperti e storici confermano che la diffusione della lingua francese in Algeria è dovuta alla sua imposizione durante l'era coloniale, durata 132 anni (1830-1962).

All'inizio degli anni '90 era stata lanciata un'iniziativa che prevedeva che i genitori avessero il diritto di scegliere tra il francese e l'inglese per i loro figli nelle scuole primarie. Ma l'iniziativa suscitò indignazione in Francia e una lobby filo-francese all'interno del governo algerino chiese di abbandonare il programma. Alla fine il ministro dell'Istruzione Ali Ben Mohamed venne rimosso. (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati