Khashoggi: testimone processo, fedelissimo Mbs lo minacciava

24 novembre, 16:32

(ANSAmed) - ISTANBUL, 24 NOV - L'ex consigliere per i media del principe ereditario saudita Mohammed bin Salman (noto come Mbs), Saud al-Qahtani, aveva minacciato più volte Jamal Khashoggi prima della sua uccisione il 2 ottobre 2018 nel consolato di Riad a Istanbul. Lo ha dichiarato oggi in tribunale Ayman Nour, un politico dissidente egiziano per anni vicino al reporter ucciso, durante il processo a Istanbul per il delitto, in cui sono imputati in contumacia 26 sauditi, tra cui lo stesso Qahtani.

"Jamal mi ha raccontato che aveva ricevuto minacce da Qahtani e dal suo entourage sin dal 2016", ha riferito ai giudici Nour, secondo cui Khashoggi gli avrebbe anche riferito che Mbs aveva mostrato interesse per il loro rapporto di amicizia, in particolare per il suo coinvolgimento nei movimenti legati alla Primavera Araba, che non sarebbe stato visto di buon occhio dall'erede al trono di Riad.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo