GAS: ATENE DEPLORA ACCORDO TURCHIA-RTCN PER RICERCHE IN MARE

22 settembre, 14:28

(ANSAmed) - ATENE, 22 SET - Il ministero degli Esteri greco ha deplorato - definendolo ''in contraddizione con le leggi internazionali'' - l'accordo firmato ieri fra la Turchia e la Repubblica turca di Cipro del Nord (Rtcn, riconosciuta solo da Ankara) per la ricerca congiunta di idrocarburi nel tratto di mare fra la costa meridionale della Turchia e la costa settentrionale dell'isola mediterranea, la cui parte Nord e' sotto occupazione militare turca dal 1974. ''Questa azione da parte della Turchia e' in contraddizione con le leggi internazionali e con le risoluzioni dell'Onu. L'accordo in questione e' nullo e privo di valore'', ha detto in un comunicato il portavoce del ministero degli Esteri, Gregoris Delavekouras. Il regime della Rtcn proclamo' unilateralmente l'indipendenza il 15 novemvre 1983 ma tale iniziativa venne dichiarata ''legalmente invalida'' dall'Onu che invito' invece tutti i Paesi ''a rispettare la sovranita', l'indipendenza, l'integrita' territoriale e il non-allineamento della Repubblica di Cipro''.

Anche il Consiglio di Sicurezza dell'Onu, da parte sua, a suo tempo esorto' tutte le nazioni ''a non riconoscere alcuno Stato cipriota se quello della Repubblica di Cipro''. A parte la Turchia, infatti, nessun altro Paese al mondo riconosce la Rtcn.

La decisione di Ankara di firmare un accordo con la Rtcn ha fatto seguito all'avvio di prospezioni petrolifere da parte della Repubblica di Cipro cominciate domenica scorsa nelle acque territoriali greco-cipriote a sud dell'isola. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati