Cipro: Turchia invia nave trivella in area licenza Eni-Total

Nicosia ritiene l'area sua Zona economica esclusiva (Zee)

04 ottobre, 11:43

(ANSAmed) - ISTANBUL, 4 OTT - La Turchia ha inviato una seconda nave di perforazione scortata dalla Marina militare per compiere esplorazioni di idrocarburi nel Mediterraneo orientale al largo di Cipro. Lo ha reso noto il suo ministro dell'Energia, Fatih Donmez, spiegando che la Yavuz è in rotta verso "il pozzo di Guzelyurt-1", in un'area che Nicosia, con il supporto della comunità internazionale, ritiene però sua Zona economica esclusiva (Zee). E dove il governo di Cipro ha concesso una licenza di esplorazione congiunta all'Eni e alla francese Total.

"Non smetteremo di rendere disponibili le nostre risorse sottomarine alla nostra nazione", ha scritto Donmez su Twitter.

Le attività di esplorazione della nave sono al momento pianificate fino a gennaio.

Dura è stata la reazione di Nicosia all'annuncio, definito come una "grave escalation" delle azioni "illegali" di Ankara.

Eni e Total hanno ottenuto licenze di esplorazione per 7 dei 13 blocchi nella Zee di Cipro. Tra le altre compagnie con licenze di Cipro per le attività di ricerca di idrocarburi offshore ci sono le americane Exxon Mobil e Noble Energy, l'olandese Shell e l'israeliana Delek.

Nel febbraio dello scorso anno, la nave di perforazione Saipem 12000, noleggiata da Eni, aveva rinunciato a compiere le trivellazioni previste su licenza di Nicosia dopo un blocco della Marina militare di Ankara. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati