Libia: con Egitto firmate intese su elettricità e tlc

Premier invita Sisi a Tripoli, ambasciata riapre a maggio

21 aprile, 13:35

(ANSAmed) - IL CAIRO, 21 APR - Nella visita compiuta ieri dal premier egiziano Moustafa Madbouly a Tripoli, nuovo segnale di miglioramento dei rapporti tra Tripoli e il Cairo, alti "funzionari dei due paesi hanno firmato memoranda d'intesa su elettricità e telecomunicazioni, e hanno pianificato la ripresa dei collegamenti aerei operati dai vettori nazionali". Lo scrive il sito di Al Arabiya sitetizzando fonti ufficiali libiche. La tv panaraba, su Twitter, sottolinea anche un invito del premier libico Abdul Hamid Dbeibah rivolto al presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi a visitare Tripoli (il primo ministro aveva visitato il Cairo a febbraio nella sua prima visita all'estero).

Dbeibah inoltre ha annunciato che l'ambasciata egiziana nella capitale libica verrà riaperta dopo la fine del mese sacro del Ramadan che termina a metà maggio. "La formazione di un alto comitato congiunto i cui lavori si svolgeranno presto al Cairo" viene sottolineata in un tweet dall'emittente Lybia al-Ahrar.

Il Cairo è stato avversario del governo di Tripoli quando era guidato dal premier Fayez al-Sarraj perché lo considerava emanazione della Fratellanza musulmana messa al bando in Egitto e ha appoggiato il generale Khalifa Haftar nel suo assalto alla capitale libica tentato invano tra il 2019 e l'anno scorso.

L'attuale esecutivo libico è invece espressione anche della parte orientale della Libia: la Cirenaica confinante con l'Egitto e fino all'anno scorso in guerra aperta con la Tripolitania.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo