Zaki ringrazia Eipr, l'ong 'famiglia' che lo ha sostenuto

Foto di gruppo su Facebook con avvocatessa e attivisti

13 dicembre, 17:16

(ANSAmed) - IL CAIRO, 13 DIC - Patrick Zaki, in un secondo post sul suo nuovo account Facebook aperto dopo la scarcerazione in attesa di giudizio, ha reso omaggio alla propria ong per la quale è ricercatore e che lo ha sostenuto durante la prigionia fra l'altro mettendogli a disposizione la legale Hoda Nasrallah.

"Sarò sempre orgoglioso di far parte della famiglia, l'Iniziativa egiziana per i diritti personali", ha scritto lo studente egiziano dell'università di Bologna riferendosi all' "Eipr", una delle maggiori ong in Egitto, specializzata nella difesa dei diritti politici, civili, economici e sociali, con particolare attenzione ai diritti e alle libertà personali.

"Vi voglio bene e vi ringrazio per il vostro sostegno fornito senza sosta per due anni senza interruzione", ha proseguito Patrick a commento di una foto di gruppo in cui compare attorniato da 23 persone. Ai suoi lati si riconoscono l'avvocatessa Nasrallah e un'attivista dell'Eipr che funge da portavoce dell'ong per il suo caso (Lobna Darwish). Fra gli altri vi sono il fondatore e direttore dell'organizzazione, Hossam Bahgat, il responsabile amministrativo Mohamed Basheer, e componenti del pool legale di difesa come Reda Marey e Hazem Salah. Il post è stato pubblicato da Zaki ieri sera, dopo il primo di due giorni fa dedicato alla fidanzata.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo