In Eau, storie di chi fa materia edile da rifiuti riciclati

Re-materialise, ciclo Triennale di Sharjah sulla nuova frontiera

28 settembre, 10:00

(ANSAmed) - NAPOLI, 28 SET - Usare materiali riciclati per farne materia prima per le costruzioni, l'edilizia, il design.

E' questo che la Triennale di Sharjah mette al centro del suo ciclo autunnale al via in ottobre. La Triennale è una piattaforma che guarda all'evoluzione dell'architettura e dell'urbanismo in tutta l'Asia e l'Africa coinvolgendo i ricercatori, le imprese e facendo anche divulgazione.

"Re-materialise", racconta il quotidiano emiratino The National, è il titolo del ciclo di discussioni e confronti al via in cui esperti e creativi presenteranno appunto l'uso del materiale riciclato per creare materia prima. Uno di questi creatori è Ziad Abi Chaker, un ingegnere ambientale libanese che raccoglie materiali nella sua città di Beit Mery, vicino Beirut, ma anche nel resto del Paese e li trasforma in materiali da costruzione nella sua Cedar Environmental, la fabbrica da lui fondata nel 1996. Altro protagonista del ciclo è Ghassaf Afiouni, chimico fondatore della Steel Wood, che crea materiali da legno che era stato buttato e viene da loro riciclato in tutti gli Emirati. Ricicla la ceramica, invece, Nicolas Calvet, capo della Seramic Materials Limited, startup emiratina pioniera nel riuso della ceramica. I tre imprenditori saranno protagonisti della giornata inaugurale del 9 ottobre. Ai panel sul tema ci saranno molti altri protagonisti come il fashion designer Noorin Khamisani, del Dubai Institute for Design & Innovation (Didi), e l'architetto Mirko Daneluzzo, cofondatore dell'azienda di Nyxo e docente al DIDI. Il ciclo sul tema del materiale riciclato per costruire caratterizza la ripartenza della triennale che era partita nel 2019 e aveva subito uno stop per la pandemia covid. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo