Lo scultore Jago porta nel deserto il suo bimbo di marmo

Già esposta a Napoli, Look Down nell'Emirato Arabo di Fujairah

29 novembre, 16:35

(ANSAmed) - ROMA, 29 NOV - Un bambino di marmo rannicchiato e con un polso incatenato da oggi giace nelle sabbie del deserto. Lo scultore Jago ha portato e abbandonato in una zona dell'Emirato Arabo di Fujairah la sua opera intitolata Look Down, che per sei mesi è rimasta esposta in Piazza del Plebiscito, a Napoli. Il giovane artista di Frosinone non ha dato spiegazioni limitandosi a indicare le coordinate geografiche del punto in sui si trova l' opera (25°22'08.6"N 56°02'57.7"E). Sulla sua pagina Instagram ha pubblicato un breve video sulla nuova collocazione della scultura in marmo bianco, realizzata nel 2020.

Il titolo del lavoro 'Look down' - spiegò quando il bimbo fu collocato in Piazza del Plebiscito - ''è un gioco sul lockdown e un invito a guardare in basso, specialmente in questo momento in cui larghe fette della società sono più fragili, rese vulnerabili dalle conseguenze della pandemia di natura sociale ed economica. Il significato andatelo a chiedere a tutti quelli che, in questo momento, sono stati lasciati incatenati nella loro condizione".

Poco tempo dopo fece scalpore il video pubblicato su Tiktok di alcuni giovani ripresi mentre prendevano a calci la scultura.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati