Torna la Biennale di Sharjah con 140 artisti da 70 Paesi

Nel 2023, dopo lo stop dovuto al Covid, si farà in 16 luoghi

20 aprile, 14:19

NAPOLI - Oltre 140 artisti da oltre 70 Paesi parteciperanno alla quindicesima edizione della Sharjah Biennial. Lo riporta il quotidiano The National riferendo dell'annuncio della Sharjah Art Foundation che presenta la rassegna nella città degli Emirati Arabi Uniti dopo i rinvii per il covid e si svolgerà dal 7 all'11 giugno 2023.
La rassegna metterà al centro il pensiero della storia nel presente, progettato dal curatore nigeriano, il critico artistico e scrittore Okwui Enwezor, morto nel 2019 ma che lascia in eredità il suo progetto, e dalla curatrice della biennale Hoor Al Qasimi.
Il festival si terrà in 16 luoghi di Sharjah, tra cui anche il mercato della verdura, la stazione elettrica e un ex asilo.
Nel trentesimo anniversario della biennale ci saranno anche 30 commissioni che includono artisti come John Akomfrah, Kader Attia, Destiny Deacon, Bouchra Khalili, Doris Salcedo, Yinka Shonibare, Hajra Waheed e Carrie Mae Weems.
"Owkui vide la biennale di Sharjah nel trentesimo anniversario dalla sua fondazione - spiega Al Qasimi - come una opportunità per riflettere sul ruolo che la biennale ha nell'arte contemporanea. Siamo grati a Okwui e all'ambizioso progetto intellettuale che ha elaborato".

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati