Lega Araba, Onu impedisca che Iran spinga regione a collasso

Intanto a Teheran terzo incontro 'dialogo politico' con la Ue

20 novembre, 12:49

Arab Foreign Ministers urgent meeting on Iran Arab Foreign Ministers urgent meeting on Iran

IL CAIRO - Il Consiglio della Lega Araba al Cairo ha invitato il Consiglio di Sicurezza dell'Onu a vigilare e impedire che l'Iran spinga la regione mediorientale al "margine di un abisso", affermando che il missile lanciato di recente dallo Yemen in Arabia Saudita rappresenta un atto di ostilità contro tutti i Paesi arabi. Lo scrive l'agenzia Mena. Il Consiglio ha poi sottolineato il diritto dell'Arabia Saudita a difendere il suo territorio in funzione dell'articolo 51 della carta delle Nazioni Unite, confermando il sostegno alle misure prese da Riad di fronte alle presunte violazioni iraniane. Durnate il Consiglio, il ministro degli Esteri saudita, Adel Al-Jubeir, ha annunciato ai Paesi arabi che Riad "non resterà con le mani in mano" di fronte alla "sfacciata aggressione dell'Iran", e che "non esiterà a difendere e a preservare la sicurezza del suo popolo". Al-Juberi ha invitato i Paesi dell'organizzazione panaraba alla "responsabilità" per far fronte alle "politiche aggressive" e alle "ingerenze negli affari interni dei Paesi arabi" da parte dell'Iran, citando in particolare il caso del missile lanciato dai ribelli sciiti Houthi dello Yemen a inizio mese contro Riad.

"Di fronte alle politiche aggressive iraniane - ha detto il capo della diplomazia saudita - la comunità internazionale ha preso posizione definendo l'Iran il primo Paese che sostiene il terrorismo e ha imposto delle sanzioni per le sue continue violazioni alle leggi internazionali".

Oggi intanto si svolge a Teheran la terza riunione del gruppo ad alto livello per il dialogo politico tra l'Ue e l'Iran. Lo ha reso noto il servizio europeo per l'azione esterna (Eeas) guidato dall'Alto rappresentante per la politica estera Federica Mogherini. Al centro dell'incontro tutti i temi di interesse bilaterale nonché quelli di attualità per la regione mediorientale.

A capo della delegazione Ue impegnata nei colloqui a Teheran sarà il segretario generale dell'Eeas Helga Maria Schmid affiancata, tra gli altri, dal direttore generale per la cooperazione allo sviluppo della Commissione europea Stefano Manservisi e dal rappresentante speciale Ue per i diritti umani Stravos Lambrinidis. La delegazione iraniana sarà guidata dal vice ministro degli Esteri Abbas Araghchi. 

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo