1 maggio: Parigi, 47 persone ancora in stato di fermo

Violenze e devastazioni. Una ragazza ha aggredito un pompiere

02 maggio, 13:26

(ANSAmed) - PARIGI, 2 MAG - Sono 47 le persone ancora in stato di fermo dopo le violenze nel corso delle manifestazioni per il 1 maggio organizzate ieri a Parigi. Lo ha annunciato la procura. Con particolare accuratezza si stanno vagliando le immagini, diffuse da diversi siti social e partite dalle autorità dei pompieri, di una ragazza che aggredisce un pompiere che stava spegnendo le fiamme appiccate davanti a un negozio e lo colpisce alla testa.

Gli scontri sono cominciati subito dopo la partenza del corteo da Place de la République, quando gruppi di manifestanti hanno eretto barricate, spaccato vetrine e incendiato cassonetti. Sono stati distrutti o gravemente danneggiati una ventina di locali, soprattutto McDonald's, ma anche agenzie di assicurazioni di banche o immobiliari. I manifestanti hanno lanciato oggetti contro le forze dell'ordine che hanno tentato di disperderli con i gas lacrimogeni. Il ministro dell'Interno, Gérald Darmanin, subito dopo la manifestazione, ha denunciato "violenze inaccettabili" commesse da "teppisti", parlando di 8 feriti fra pompieri e gendarmi. Un conteggio indipendente ha quantificato i partecipanti al corteo in 21.000.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati