Francia: uccisa da polizia, caso investe campagna elettorale

Mélenchon, 'la polizia uccide'. Rivolta contro il suo tweet

07 giugno, 13:40

(ANSAmed) - PARIGI, 7 GIU - La sparatoria - ancora controversa - di sabato scorso a Parigi, in cui una pattuglia di poliziotti ha aperto il fuoco contro un'auto che non si sarebbe fermata all'alt, uccidendo una passeggera e ferendo gravemente il conducente, invade la campagna elettorale provocando durissime polemiche. A dare fuoco alle polveri, un tweet del leader della Nuova Unione Popolare della sinistra, Jean-Luc Mélenchon, "la polizia uccide", che ha provocato violente reazioni. A 5 giorni dal primo turno delle elezioni che rinnoveranno l'Assemblée Nationale, i primi "test" - domenica hanno votato i francesi all'estero - hanno visto la maggioranza macronista di "Ensemble!" in testa, ma la sinistra di "Nupes" in risalita. E all'Eliseo si comincia a temere lo scenario di una maggioranza non più assoluta - come negli ultimi 5 anni - ma relativa, con lo spettro di un Parlamento ingestibile.

Al tweet di Mélenchon - "una polizia che uccide", "pena di morte per un rifiuto di obbedire. Il prefetto approva? Il ministro si congratula? A quando la vergogna?" - sono seguite dure reazioni. "I poliziotti fanno un lavoro coraggioso, difficile e rischiano ogni momento la loro vita. Insultarli disonora quelli che vogliono governare. Lasciamo procedere le inchieste senza utilizzarle come ostaggi di una campagna elettorale", ha risposto il ministro dell'Interno, Gérald Darmanin. All'estrema destra, Marine Le Pen - sconfitta al ballottaggio delle presidenziali ma decisa ad aumentare la schiera di deputati in Parlamento - ha denunciato le parole "di inaudita gravità" di Mélenchon: "Lui ha fatto la scelta del disonore, rompendo definitivamente con i valori della Repubblica francese". Intanto i tre poliziotti - due uomini e una donna - della pattuglia che hanno aperto il fuoco sull'auto in pieno giorno a Parigi sono sempre in stato di fermo. Sono stati interrogati a più riprese. La passeggera del veicolo deceduta in seguito a un proiettile che l'ha colpita alla testa aveva 20 anni. L'avvocato dei tre agenti afferma che "esiste un video" in cui risulta evidente che l'auto in fuga aveva investito di proposito uno dei poliziotti. Secondo altre fonti dell'inchiesta citate dai media francesi, non è stato dimostrato che l'auto - come hanno detto i poliziotti - sarebbe ripartita di scatto investendo la pattuglia.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati