Giordania:dure condanne a due ex funzionari della Casa reale

15 anni di carcere perché 'colpevoli di sedizione e incitamento'

12 luglio, 13:52

(ANSAmed) - TEL AVIV, 12 LUG - Una Corte di sicurezza giordana ha condannato oggi due ex alti funzionari della Casa reale a 15 anni di carcere per un complotto che, secondo l'accusa, mirava alla destabilizzazione del regno hashemita.

Bassem Awadallah - un ex consigliere di re Abdallah - e Sharif Hassan bin Zaid, un membro della casa reale, sono stati giudicati colpevoli di sedizione ed incitamento. Entrambi si sono professati innocenti e prevedono di ricorrere in appello.

I due erano stati arrestati ad aprile assieme con una quindicina di altre persone, mentre il principe Hamza - fratellastro di re Abdallah - era stato posto allora agli arresti domiciliari dopo essersi espresso contro "fenomeni di corruzione". La famiglia reale ha poi annunciato che il dissidio col principe Hamza si è risolto.

Il processo ad Awadallah - un uomo di affari con forti interessi in Arabia Saudita - e bin Zaid si è svolto a porte chiuse. La famiglia di Awadallah (che ha anche cittadinanza statunitense) ha fatto sapere che chiederà l'intervento del presidente Joe Biden per la sua scarcerazione. Re Abdallah progetta di recarsi in visita a Washington fra una settimana.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo