Cisgiordania: esercito chiude uffici di 7 Ong palestinesi

Abu Mazen, 'attacco a società civile e a diritti umani'

18 agosto, 13:37

(ANSAmed) - TEL AVIV, 18 AGO - L'esercito israeliano la notte scorsa ha perquisito e poi chiuso in Cisgiordania gli uffici di 7 organizzazioni palestinesi ritenute legate al Fronte popolare per la liberazione della Palestina (Fplp). L'iniziativa dell'esercito ha seguito la decisione del ministro della Difesa, Benny Gantz, di ratificare la scelta compiuta l'anno scorso che ha messo fuori legge le Ong.

La Presidenza palestinese di Abu Mazen ha "condannato la chiusura di 7 istituzioni per i diritti umani e civili nelle città di Ramallah e Al-Bireh, e il sequestro dei loro contenuti". Secondo il presidente palestinese - citato dalla Wafa - "la decisione israeliana è un crimine e un palese attacco alle istituzioni della società civile palestinese, nonché un attacco all'intero sistema internazionale dei diritti umani, non solo ai palestinesi". La presidenza ha quindi invitato "la comunità internazionale ad adottare misure immediate e urgenti per proteggere il popolo palestinese e fermare questi attacchi".(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati