Al via a Roma la mostra su pace e migranti, pensando all'Ucraina

L'esposizione promossa dalla comunità di Sant'Egidio

29 marzo, 13:44

ROMA - Al Museo Laboratorio di Tor BellaMonaca, aperto nel 2008 dalla Comunità di Sant'Egidio, arriva la mostra DIS/INTEGRATION, incentrata sui temi delle fragilità e delle disuguaglianze, dell'accoglienza e dell'integrazione, nonché su questioni di attualità come le migrazioni e i conflitti con le loro tragiche conseguenze, come si è visto in queste settimane per l'Ucraina. L'esposizione, ideata e promossa da Alessandro Zuccari con i Laboratori d'arte della Comunità di Sant'Egidio e l'artista César Meneghetti, dopo essere stata ospitata fra dicembre e gennaio al Rettorato della Sapienza di Roma, approda ora in uno dei quartieri che più rappresentano la periferia romana, con tutte le sue problematiche, come Tor Bella Monaca. La mostra sarà visitabile al Museo Laboratorio di Sant'Egidio, fino al 29 maggio. Spazio di cultura e di solidarietà in una zona complessa e periferica della città, il Museo si pone come luogo di incontro per tutti, curando con particolare attenzione l'accoglienza verso i più fragili, con una presenza quotidiana di molteplici servizi e una proposta di apertura al mondo attraverso l'arte. Le opere in mostra, realizzate da artisti e artiste con disabilità, suggeriscono un nuovo mondo possibile, mettendo in opera con ironia la loro verità e il loro pensiero, per offrire al pubblico proposte per un futuro comune e inclusivo in un tempo segnato dal disorientamento provocato dalla pandemia e, ora, da una nuova guerra in corso. Realizzata prima del conflitto in Ucraina, nella versione che sarà esposta a Tor Bella Monaca conterrà anche un'opera dedicata alla pace, creata negli ultimi giorni. Ai due murales di Leonardo Crudi ed Elia Novecento sulle facciate del Museo Laboratorio, realizzati nel 2020, si aggiunge in questa occasione un intervento murale di Gojo. (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati