Ucraina:serbo Vulin,Kosovo in Nato violazione Onu e minaccia

Ministro interno, 'Kosovo non è uno stato, non ha esercito'

04 marzo, 14:59

(ANSAmed) - BELGRADO, 4 MAR - "Far entrare con la forza il cosiddetto Kosovo nella Nato non sarebbe solo una violazione delle procedure di ingresso nell'Alleanza atlantica e della risoluzione 1244 delle Nazioni Unite, ma anche una aperta minaccia alla Serbia e una ulteriore forma di pressione su Aleksandar Vucic". Lo ha detto oggi il ministro dell'Interno serbo Aleksandar Vulin con riferimento alle ripetute prese di posizione della dirigenza di Pristina per una rapida adesione del Paese alla Nato, e alla Ue, alla luce della situazione internazionale creatasi con il conflitto armato in Ucraina.

Per Vulin, che è tradizionalmente su posizioni apertamente filorusse e nazionalpatriottiche, il Kosovo non è uno stato, non ha un Esercito e rappresenta un problema politico per almeno quattro paesi della Nato (Spagna, Grecia, Romania e Slovacchia, che non riconoscono l'indipendenza di Pristina, ndr). La Serbia non riconosce l'indipendenza proclamata unilateralmente il 17 febbraio 2008 dal Kosovo, che continua a considerare parte integrante del suo territorio, provincia meridionale a maggioranza albanese.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati