Premier incaricato Libano, 'governo il prima possibile'

Il Paese è nel pieno di un crollo economico

28 luglio, 12:10

BEIRUT - Il nuovo premier incaricato del Libano, Najib Mikati, ha promesso di formare un nuovo governo nel più breve tempo possibile nel Paese in pieno crollo economico, al termine di una maratone di consultazioni con i principali blocchi politici.

Con un patrimonio stimato in 2,7 miliardi di dollari secondo Forbes, Mikati, uomo d'affari di 65 anni, viene percepito da molti libanesi come uno dei simboli del potere accusato di corruzione e nepotismo ed è sospettato di essersi arricchito in modo illecito. Il Libano è gestito da un anno dal governo di Hassan Diab, incaricato degli affari correnti dopo essersi dimesso all'indomani della gigantesca esplosione nel porto di Beirut il 4 agosto 2020 in cui sono morte oltre 200 persone. Il vuoto istituzionale ha impedito finora ogni tentativo di piano di salvataggio finanziario per il Paese.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo