Israele: dopo razzi, aviazione colpisce obiettivi in Libano

Unifil convoca incontro israeliani-libanesi, 'moderazione'

05 agosto, 10:45

(ANSAmed) - TEL AVIV, 05 AGO - In seguito al lancio di razzi ieri verso l'Alta Galilea, la aviazione israeliana ha colpito la scorsa notte in Libano la località da cui è stato lanciato l'attacco nonché "infrastrutture usate dai terroristi". Lo ha reso noto il portavoce militare israeliano. In questa circostanza, ha aggiunto, i velivoli israeliani hanno colpito anche un'altra località da cui altri razzi erano stati lanciati in passato. Secondo la radio militare, si tratta del primo attacco aereo israeliano contro obiettivi in Libano da diversi anni. "Questo incidente - secondo il portavoce - come molti altri del genere, rafforza la necessità di far rispettare in maniera attiva la risoluzione 1701 del Consiglio di sicurezza", che nel 2006 mise fine a combattimenti fra Israele e gli Hezbollah. "Israele considera lo Stato libanese responsabile di tutte le azioni provenienti dal suo territorio e mette in guardia da ulteriori tentativi di colpire civili israeliani o la nostra sovranità".

Il comando di Unifil, il contingente militare Onu schierato nel sud del Libano di cui fanno parte un migliaio di soldati italiani, ha convocato per oggi un incontro tripartito con rappresentanti degli eserciti libanese ed israeliani all'indomani dell'escalation armata tra Libano e Israele.

Lo riferisce lo stesso comando di Unifil, guidato dal generale italiano Stefano Del Col che presiede gli incontri tripartiti organizzati nella base Unifil di Capo Naqura, lungo la Linea Blu di demarcazione tra Libano e Israele.

Questo incontro è convocato ""al fine di discutere le condizioni di sicurezza e di stabilità dell'area", come si legge nel comunicato. Ieri per la quinta volta in poche settimane dei razzi sono stati sparati dal sud del Libano in territorio israeliano. Nella nota si afferma inoltre che il comandante in capo del contingente Onu, il generale italiano Stefano Del Col è in costante contatto con l'esercito libanese e quello israeliano, invitando le parti a "esercitare la massima moderazione per evitare ogni tipo di escalation e riportare stabilità e calma nel sud del Libano". (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo