Libano: blackout durante seduta fiducia a nuovo governo

Premier Miqati varerà piano salvataggio del Paese

20 settembre, 12:15

BEIRUT - E' stata interrotta da un prolungato blackout della corrente elettrica l'attesa seduta del parlamento libanese incaricato di pronunciarsi stamani a Beirut sulla fiducia al nuovo governo guidato dal premier Najib Miqati.

Lo riferiscono i media libanesi, secondo cui per alcuni minuti l'elettricità fornita da generatori di corrente ha lasciato al buio la sala del teatro Unesco, dove da mesi si riunisce il parlamento in forma provvisoria per proteggere l'integrità dei deputati messa a rischio da insistenti proteste popolari nei pressi della storica e centrale sede dell'emiciclo di Place de l'Etoile.

Il Libano al collasso economico vive da mesi una prolungata penuria di servizi essenziali tra cui carburante ed elettricità.

Nei prossimi giorni è atteso il terzo e ultimo carico di 'benzina iraniana' il cui ingresso tramite la Siria è facilitato dagli Hezbollah e avviene senza l'autorizzazione formale delle autorità del Libano. Lo ha annunciato la tv al Manar, del movimento sciita libanese filo-iraniano Hezbollah.

Il governo Miqati, la cui formazione è stata annunciata dieci giorni fa e che oggi si appresta a ricevere la formale e scontata fiducia del parlamento, ha proposto un piano di 'salvataggio' del Paese da attuare in meno di un anno, entro le prossime elezioni legislative programmate per maggio del 2022.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo