Tunisia: al via la Fiera internazionale del sale MedArtSal

Organizzata da Camera Tuniso-Italiana di Commercio e Industria

25 marzo, 17:21

(ANSAmed) - TUNISI, 25 MAR - E' stata inaugurata a Tunisi la prima edizione della fiera internazionale del sale "MedArtSal", evento di due giorni che vede la partecipazione di 25 espositori e centinaia di visitatori, parte del progetto omonimo che mira a promuovere un modello di gestione sostenibile per le saline artigianali mediterranee. La fiera di Tunisi, organizzata dalla Camera Tuniso-Italiana di Commercio e Industria (Ctici), partner del progetto MedArtSal, è la prima fiera dedicata al sale nella regione del Mediterraneo, ha affermato il presidente della Ctici, Mourad Fradi in apertura dell'evento, aggiungendo che una seconda edizione si terrà prossimamente in Libano, MedArtSal, progetto transfrontaliero tra Italia, Spagna, Libano e Tunisia, finanziato dall'Ue, iniziato nel novembre 2019, vede come capofila il Consorzio Universitario di Economia Industriale e Manageriale e tra i partner la Camera Tuniso-Italiana di Commercio e Industria (Ctici), e si rivolge sia ai manager delle saline che ai responsabili delle politiche istituzionali. Da un lato, i manager delle saline ricevono una formazione aggiornata su come gestire una salina artigianale per rimanere competitivi, soprattutto diversificando i prodotti.

Dall'altro lato, i responsabili delle politiche istituzionali aiutano a costruire il modello di gestione che sarà ulteriormente testato in due saline artigianali in Spagna e Tunisia. Infine, verrà creata una rete di Saline mediterranee artigianali per capitalizzare i risultati del progetto a lungo termine. Scopo ultimo è arrivare ad un modello di gestione sostenibile e adattabile per le saline artigianali in grado di affrontare in particolare gli aspetti di marketing e protezione della biodiversità.

La Camera Tuniso-Italiana di Commercio e Industria, come partner di questo progetto, ha un budget di 450 mila euro per sviluppare e avviare le attività legate al sale, ha precisato Mourad Fradi. La Tunisia attualmente produce oltre 2 milioni di tonnellate di cloruro di sodio, ha affermato il direttore generale delle miniere del Ministero dell'Industria e delle Pmi Najeh Cherif, sottolineando che il Paese ha superato questa cifra per la prima volta nel 2018. La Tunisia conta attualmente 13 aziende operanti in questo settore, e produce solfato di sodio e cloruro di magnesio oltre al cloro.(ANSAmed). (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo