Tunisia: sindacato giornalisti, 'stop agli attacchi'

206 i giornalisti vittime di attacchi in un anno secondo lo Snjt

04 maggio, 10:55

(ANSA) - TUNISI, 04 MAG - "L'impunità per coloro che attaccano i giornalisti apre la strada alla violenza e all'illegalità in generale". E' il monito del presidente del Sindacato dei giornalisti tunisini (Snjt), Yassine Jelassi, in una dichiarazione in occasione della presentazione del rapporto annuale sullo stato della libertà di stampa in Tunisia (1 maggio 2020 - 30 aprile 2021), in cui ha invitato tutte le istituzioni statali, in particolare il presidente della Repubblica, il presidente del Parlamento e il premier, a porre fine agli attacchi ai giornalisti e perseguire i loro autori.

Secondo il sindacato nel periodo preso in considerazione sono stati 206 gli attacchi ai giornalisti. "E' in gioco l'immagine della Tunisia che è scesa nella classifica della libertà di stampa di Rsf al 73mo posto", si è rammaricato Jelassi. E' necessario che giornalisti e difensori dei diritti umani "continuino a spingere, con tutti i mezzi legittimi, per salvaguardare la libertà di stampa, data la gravità delle azioni contro i giornalisti, e per sostenere il diritto dei tunisini a un'informazione libera, indipendente e imparziale" ha sottolineato il leader dei giornalisti.

L'Snjt ha infine formulato una serie di raccomandazioni, tra le quali: la richiesta al primo ministro di una condanna pubblica degli attacchi ai giornalisti in Tunisia, la richiesta di combattere l'impunità e pubblicare i risultati delle indagini amministrative che riguardano funzionari statali su questi abusi. Il sindacato ha inoltre invitato la Presidenza della Repubblica a garantire i diritti e le libertà previsti dalla Costituzione, compresa la libertà di opinione, di espressione e di stampa, e a rivedere la propria politica di comunicazione, aprendosi ai giornalisti per consentire loro di ottenere informazioni. Il sindacato ha chiesto la piena divulgazione della verità sulla scomparsa dei giornalisti Sofien Chourabi e Nedhir Ktari in Libia, avvenuta anni fa.

L'Snjt ha anche chiesto al parlamento di "porre fine ai ripetuti attacchi di alcuni membri del parlamento contro i giornalisti e fermare i discorsi di violenza contro di loro". Il sindacato raccomanda di adottare misure legislative mirate per proteggere i giornalisti. (ANSAmed) (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo