Libia: Procura militare, Haftar e Gheddafi jr incandidabili

'Coinvolti in crimini guerra, Commissione elettorale li fermi'

22 novembre, 14:10

(ANSAmed) - IL CAIRO, 22 NOV - Il vice procuratore militare libico, Mohammed Gharouda, ha affermato che il suo ufficio attende sempre una risposta alla lettera in cui ha chiesto all'Alta Commissione elettorale nazionale (Hnec) di respingere la candidatura di Saif Al-Islam Gheddafi e del generale Khalifa Haftar a causa di un loro coinvolgimento in crimini di guerra. Lo riferisce il sito dell'emittente Libya Alahrar. In dichiarazioni alla stessa tv, Gharouda ha ricordato che contro Haftar e il secondogenito del defunto dittatore Gheddafi sono state intentate anche cause civili.

Il procuratore militare Masoud Erhouma ha già presentato una richiesta all'Hnec per fermare la candidatura di Saif Al-Islam Gheddafi e Haftar fino a quando non saranno sottoposti a interrogatorio sui casi presentati in tribunali contro di loro, ricorda il sito. Saif Al-Islam come noto è ricercato dalla Corte penale internazionale dell'Aja fin dal 2011 per crimini contro l'umanità.

Secondo il tweet di un noto analista, Anas El Gomati, direttore del Sadeq Institute, la corsa per le elezioni presidenziali libiche previste per il 24 dicembre ma a rischio slittamento è "a tre": fra Saif Al-Islam, Haftar e il premier Abdel Hamid Dbeibah, che peraltro si era impegnato a non candidarsi al fine di poter diventare premier dell'esecutivo ad interim di cui è alla guida da febbraio.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo