Cappellano della Mar Jonio, 'minacciato dalla mafia libica'

Don Mattia Ferrari, 'ho presentato una denuncia in procura'

26 aprile, 16:29

(ANSAmed) - MODENA, 26 APR - Don Mattia Ferrari, giovane sacerdote della diocesi di Modena e Nonantola, si è rivolto alla procura modenese per denunciare le minacce subite su un account social che sarebbe gestito da mafiosi e trafficanti libici.

Ferrari è stato cappellano della nave 'Mar Jonio' che si occupa del salvataggio di migranti nel Mediterraneo. A riportare la notizia è la Gazzetta di Modena.

Don Ferrari ha spiegato di essersi rivolto alla magistratura intervenendo ieri nel corso della ricorrenza per il 25 aprile: "La procura di Modena sta indagando. Periodicamente questo account portavoce della mafia libica minaccia chi aiuta i migranti. Il 31 marzo hanno minacciato pesantemente anche me. Il problema vero è che questo account non è solo portavoce della mafia libica, ma è legato a servizi segreti deviati di diversi Paesi: ogni tanto pubblica foto degli aerei militari di Frontex, documenti riservati e segreti di alti livelli di apparati statali e militari italiani", le parole di Don Ferrari. Sul caso interviene anche la deputata Giuditta Pini (Pd): "Come hanno fatto ad avere questo materiale? C'è una talpa. Questo chiediamo al governo".(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo