Malta: scoppia scandalo passaporti, venduti senza controlli

Anche a principe saudita.Inchiesta giornalistica su carte Daphne

22 aprile, 15:20

(ANSAmed) - LA VALLETTA, 22 APR - Una lunga serie di irregolarità nel controverso programma di vendita dei passaporti maltesi in cambio di investimenti, lanciato dal governo Muscat nel 2014, è stata rivelata oggi dai media maltesi che hanno pubblicato i risultati di una inchiesta giornalistica denominata 'Passport Papers' e condotta a partire dall'estate 2020 su documenti che anni fa erano stati inviati da un informatore a Daphne Caruana Galizia.

Tra i casi riportati anche quello di un principe della casa reale saudita, Bander Al Saud, che chiese il passaporto nel 2015 e lo ritirò nel 2017 riuscendo ad ottenere, dopo un incontro con l'allora premier Joseph Muscat, la pubblicazione del suo nome nella obbligatoria lista dei "nuovi cittadini". Il programma di vendita dei passaporti in cambio di investimenti (Iip) è stato più volte contestato dalla Commissione Europea. Già anni fa erano emerse irregolarità ed era stato estromesso il capo di ID Malta, Jonathan Cardona, che - secondo quanto emerge dalle Passport Papers - aveva un filo diretto con Henley&Partners, la società concessionaria della vendita dei passaporti. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo