Israele: scontri con polizia a Giaffa e Gerusalemme

Opposte cortei in quartiere Tel Aviv. Proteste a Porta Damasco

19 aprile, 12:15

TEL AVIV - Scontri sono avvenuti ieri sera a Giaffa (Tel Aviv) tra manifestanti ebrei e arabi: la polizia ha arrestato 3 di quest'ultimi. Gli incidenti sono accaduti - hanno ricordato i media - dopo un violento assalto da parte di residenti arabi al direttore di una scuola religiosa ebraica, i rabbino Eliyahu Mali, intenzionato a comprare locali dove ospitare l'istituzione. Giaffa è una zona cittadina a popolazione mista, In risposta e come protesta all'assalto - hanno riferito i media - è stata indetta una manifestazione sullo stesso posto da parte di religiosi ebrei. A questa si è opposta, al termine delle preghiere di Ramdana, una contro dimostrazione di arabi israeliani locali che hanno intonato slogan come "coloni andate a casa". Nel mezzo la polizia che ha tentato di ripristinare l'ordine.

Scontri, per la sesta sera di seguito, si sono verificati a Gerusalemme alla Porta di Damasco tra polizia e palestinesi della parte est della città. Secondo fonti del pronto soccorso quattro palestinesi sono stati feriti. Le protesta è stata diretta contro la decisione israeliana di sistemare sulle scalinate prospicienti la Porta barriere in modo da impedire alla gente di sedere. La Piazza durante il mese di Ramadan - cominciato da poco - è il luogo dove di norma si ritrovano decine di persone per incontrarsi e chiacchierare. La polizia ha spiegato che le barriere non sono state poste per impedire gli assembramenti o danneggiare la gente quanto per favorire l'afflusso delle persone da e per la Porta di Damasco.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo