Dodici Paesi Ue a Israele, stop case coloni. C'è anche Italia

'Fermate la costruzione di 3100 unità abitative in Cisgiordania'

28 ottobre, 15:40

(ANSAmed) - PARIGI, 28 OTT - Dodici Stati europei - tra cui l'Italia - hanno chiesto ad Israele di fermare il piano che punta alla costruzione di 3.100 unità abitative per i coloni in Cisgiordania, una decisione criticata anche dagli Usa.

"Chiediamo ora al governo di Israele di rivedere la sua decisione", hanno dichiarato i portavoce di 12 ministeri degli Esteri in una dichiarazione comune. I firmatari sono Germania, Francia, Belgio, Spagna, Italia, Polonia, Svezia, Norvegia, Finlandia, Danimarca, Olanda e Irlanda.

Nella dichiarazione, rilanciata anche dal Jerusalem Post, i 12 ministeri affermano; "Ribadiamo la nostra ferma opposizione alla politica di espansione degli insediamenti nei territori palestinesi occupati, che viola il diritto internazionale e mina gli sforzi per una soluzione che preveda due Stati". (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo