Kosovo rifiuta visita funzionario serbo, protesta Belgrado

Petkovic, conferma della politica antiserba di Pristina

16 aprile, 12:25

(ANSAmed) - BELGRADO, 16 APR - Le autorità di Pristina hanno negato l'ingresso nel Paese a Petar Petkovic, capo dell'Ufficio governativo serbo per il Kosovo, che aveva in programma una visita oggi e domani nel Paese per incontrare la comunità serba.

La motivazione addotta è stata l'allarmante situazione epidemiologica che permane in Kosovo. Argomento questo definito assurdo e pretestuoso da Petkovic. Pristina infatti, ha osservato, ha ritenuto non importante l'allarme sanitario quando ha respinto l'offerta di Belgrado di vaccinare la popolazione kosovara o di donare quantità di vaccino. Ma usa la situazione epidemica, ha aggiunto, come pretesto per ribadire la sua politica antiserba e di divieti nei confronti delle autorità di Belgrado. Petkovic ha sottolineato di essere vaccinato con le due dosi, e che l'intera missione era stata organizzata nel rispetto di tutte le misure epidemiologiche previste.

Con ciò, ha detto, Pristina dimostra ancora una volta di calpestare tutti gli accordi raggiunti finora e di non avere alcun serio interesse al dialogo con Belgrado. Del divieto Petkovic ha informato i vertici Ue a Bruxelles, in particolare l'inviato speciale per il Kosovo Miroslav Lajcak. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo