Siria: aperti i seggi, scontata l'ennesima vittoria di Assad

Il rais risponde a Usa e Ue, le vostre critiche al voto valgono zero

26 maggio, 14:43

Il presidente siriano Bashar al-Assad e la moglie Asma al voto in un seggio di Duma, un sobborgo di Damasco Il presidente siriano Bashar al-Assad e la moglie Asma al voto in un seggio di Duma, un sobborgo di Damasco

DAMASCO - Aperti in tutta la Siria i seggi elettorali per elezioni dal risultato scontato che quasi certamente consegneranno al presidente Bashar al-Assad un quarto mandato. La televisione di stato ha mostrato lunghe code che si stanno formando in diverse parti del Paese dove sono dislocati circa 12.000 seggi.

Il rais ha votato tra le macerie di un sobborgo di Damasco, distrutto dai bombardamenti governativi dopo esser stato per anni una roccaforte dell'insurrezione armata anti-regime.
L'agenzia governativa siriana Sana annuncia, pubblicando foto e video, che Assad e la moglie Asma hanno votato alle urne aperte nella sede del comune di Duma, principale sobborgo di Damasco nella martoriata regione della Ghuta, dal 2012 segnata dall'insurrezione anti-governativa.

Nel Paese, alle elezioni presidenziali gli aventi diritti al voto possono votare in qualsiasi ufficio elettorale in quanto il paese è considerato un unico distretto elettorale, a differenza delle elezioni amministrative e di quelle legislative dove si vota in base al proprio registro anagrafico. Analisti locali affermano stamani che la scelta di Assad di votare a Duma, fino al 2018 rimasta sotto il controllo di fazioni armate a lungo sostenute anche dall'Arabia Saudita, è dunque altamente simbolica e vuole dare enfasi alla "vittoria" del governo centrale nella guerra ancora in corso e che ha causato fino a oggi l'uccisione di circa mezzo milione di persone e lo sfollamento di 10 milioni di siriani.

I risultati dovrebbero essere annunciati entro venerdì sera, a 48 ore dalla chiusura. Gli sfidanti del 55enne Assad, al potere dal 2000 sono l'ex ministro Abdallah Salloum Abdallah e Mahmoud Merhi, un membro della cosiddetta "opposizione tollerata", che i leader dell'opposizione in esilio hanno spesso bollato come un'estensione del regime.

Stati Uniti e Unione Europea hanno già liquidato le elezioni definendole ieri come "una farsa, né giusta né equa".

Assad ha risposto alle critiche di Usa e Ue sulle elezioni bollandole come prive di qualsiasi valore. "Le vostre opinioni valgono zero", ha detto Assad dopo aver votato.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo