Siria: adolescente australiano morto in prigione anti Isis

Appello Hrw per rimpatrio foreign fighters e loro figli

18 luglio, 13:18

(ANSAmed) - ROMA, 18 LUG - Un adolescente australiano costretto a vivere tra le file dell'Isis è morto di malattia in una prigione della coalizione anti califfato nel nordest della Siria. Lo hanno fatto sapere i familiari ad Human Rights Watch (HRW), che rinnova il suo appello ai Paesi occidentali affinchè rimpatrino i rispettivi foreign fighters e i loro figli.

"La morte dell'adolescente Ydusuf Zahab non dovrebbe essere una sorpresa per l'Australia e altri governi che detengono loro cittadini in condizioni orribili nel nord-est della Siria", ha affermato Letta Tayler, direttrice associata per la crisi e il conflitto di HRW. "La sua morte dovrebbe spingere questi Paesi a riportare urgentemente a casa i loro cittadini detenuti".

Ydusuf Zahab era stato rinchiuso in una prigione improvvisata e sovraffollata gestita da un gruppo armato a guida curda che deteneva sospetti Isis siriani e stranieri. Nel gennaio 2022, il giovane era rimasto ferito alla testa e al braccio durante l'attacco della coalizione anti-Isis guidata dagli Stati Uniti per riconquistare la prigione occupata dai militanti dello stato islamico. Il ragazzo è deceduto nel carcere.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati