Siria: riunione all'Onu tra ministri russo, iraniano e turco

22 settembre, 16:19

(ANSAmed) - BEIRUT, 22 SET - I ministri degli Esteri russo, turco e iraniano si sono incontrati a porte chiuse, a margine dell'annuale Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York, nelle ultime ore per discutere del piano di spartizione dell'influenza e del controllo territoriale della Siria centrale e settentrionale.

L'incontro al Palazzo di Vetro, fanno sapere i media siriani e regionali, si è svolto nel quadro del meccanismo diplomatico e militare tripartito russo-turco-iraniano conosciuto come "Processo di Astana", dall'ex nome della capitale del Kazakhstan, in seguito ribattezzata Nur-Sultan, dove si sono svolti i primi incontri dal gennaio del 2017.

I media non hanno riferito i contenuti dell'incontro svoltosi tra i ministri russo Serghei Lavrov, iraniano Amir Abdollahian e turco Mevlet Cavusoglu.

La Russia, alleata del governo centrale di Damasco, controlla di fatto gran parte della Siria meridionale, centrale e parte delle regioni settentrionali.

La Turchia, ostile formalmente a Damasco, controlla il nord-ovest e parte del nord-est, anche tramite miliziani arabi anti-curdi.

L'Iran condivide con la Russia il controllo diretto e indiretto (tramite milizie jihadiste sciite) di ampie zone della Siria centrale, settentrionale e meridionale.

Gli Stati Uniti controllano assieme alle forze curde ampie zone del nord-est e dell'est. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati