Covid: Slovenia, nuove proteste no vax a Lubiana

Minuto di silenzio per 20enne deceduta dopo vaccino J

30 settembre, 15:01

(ANSAmed) - LUBIANA, 30 SET - A Lubiana per il terzo mercoledì consecutivo migliaia di persone si sono riunite di sera di fronte alla sede del Parlamento per protestare contro l'introduzione di nuove misure restrittive - vaccinazione o dichiarazione di avvenuta guarigione - per contenere la diffusione del coronavirus. La manifestazione è stata organizzata da Resni.ca (Verità), movimento vicino alle istanze dei no vax guidato da un consigliere comunale di Kranj.

La manifestazione è poi proseguita per le strade del centro fino alla tangenziale nord della capitale, bloccata per un paio d'ore e poi chiusa al traffico in entrambe le direzioni per permettere l'intervento della polizia.

Oltre all'abolizione delle restrizioni, i manifestanti chiedono anche le dimissioni del governo sloveno del premier conservatore, Janez Jansa, ed elezioni anticipate.

All'inizio della manifestazione è intervenuto anche il padre della ragazza di 20 anni deceduta ieri per delle sospette complicazioni in seguito alla vaccinazione con Johnson&Johnson.

"Voleva solo comprare la libertà, proprio come tutti gli altri", ha detto l'uomo, prima che i manifestanti dedicassero un minuto di silenzio in memoria della ragazza. Il Ministero della Salute ha istituito una commissione per verificare se esiste una correlazione fra il decesso e la vaccinazione.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo