Migranti: a Ceuta esercito in spiaggia per frenare arrivi

Unità schierate per contenere la pressione dal lato marocchino

18 maggio, 11:00

(ANSAmed) - MADRID, 18 MAG - Unità dell'esercito spagnolo sono state schierate su parte delle spiagge dell'enclave di Ceuta per frenare gli arrivi in massa di migranti dal Marocco: lo si apprende dalle immagini diffuse da vari media iberici. "In questo momento l'entrata dei migranti sembra sotto controllo", ha detto in un'intervista alla radio Cadena Ser il presidente di Ceuta, Juan Jesús Vivas. Le immagini dei media mostravano decine di persone raggruppate sul lato marocchino della frontiera.

Le persone che sono riuscite a superare il confine dalla notte tra domenica e lunedì sono almeno 6.000, una cifra senza precedenti. Secondo Vivas, i migranti sono passati grazie alla "passività" delle autorità marocchine. Il ministro dell'Interno spagnolo, Fernando Grande-Marlaska, ha detto alla televisione pubblica Rtve che la Spagna e il Marocco mantengono un rapporto di collaborazione. Circa 1.500 persone sono già state rimandate indietro, ha aggiunto.

Recentemente, la Spagna ha accolto per "ragioni umanitarie" il leader del Fronte Polisario —-considerato nemico dal Marocco - Brahim Ghali, ricoverato in un ospedale di Logroño per le sue condizioni di salute. Il governo spagnolo, in termini ufficiali, esclude un legame tra la situazione migratoria a Ceuta e l'accoglienza di Ghali nel proprio territorio. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo