Melilla, boom di vaccini con apertura frontiera marocchina

È uno dei requisiti richiesti da Rabat per entrare dalla Spagna

17 maggio, 14:36

(ANSAmed) - MADRID, 17 MAG - Sono aumentate considerevolmente le vaccinazioni anti-Covid a Melilla, enclave spagnola in Nord Africa dove dalla scorsa notte è di nuovo aperta — dopo oltre due anni di chiusura — la frontiera terrestre con il Marocco. È quanto riportano la radio Cadena Ser e altri media, spiegando che l'aumento del numero di persone disposte a vaccinarsi si è iniziato a notare dopo che è stato reso noto che uno dei requisiti stabiliti da Rabat per attraversare il confine è proprio quello di essersi sottoposti a vaccinazione contro il Covid. Tra ieri e oggi, riporta la Ser, è stato iniettato un migliaio di dosi.

Un aumento delle persone disposte a vaccinarsi è stato registrato anche a Ceuta, l'altra enclave spagnola dove è stato riaperto il confine ibero-marocchino, secondo il giornale locale El Faro de Ceuta. In entrambe le città, la riapertura dei passi di frontiera è avvenuta senza complicazioni ed è stata accolta da festeggiamenti su entrambi i lati del confine, riporta la stampa spagnola.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati