Gruppo Regione Umbria firma gara promozione pmi in Tunisia

Cooperazione Italiana partecipa con dono 730.000 eu in 3 anni

16 gennaio, 17:51

(ANSAmed) - TUNISI, 16 GEN - Una delegazione giunta della Regione Umbria e il Ministero tunisino dell'Industria e del Commercio hanno firmato oggi un contratto per la promozione delle piccole e medie imprese (Pmi) in Tunisia. Lo rende noto in un comunicato l'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo di Tunisi precisando che l'obiettivo dell'accordo è quello di favorire lo sviluppo di start-up, in particolare quelle create da giovani imprenditori. L'iniziativa poggerà infatti sul contributo della Cooperazione Italiana che ha messo a disposizione un dono pari a circa 730.000 euro per tre anni nell'ambito del programma di sostegno al settore privato portato avanti dal Governo tunisino. Aggiudicatario della gara infatti risulta essere stato il raggruppamento pubblico-privato composto da Regione Umbria, Sviluppumbria, Confindustria, Umbria export, Sistemi formativi Confindustria Umbria e Comete, società di consulting ed engineering con sede a Tunisi. Il progetto, prosegue il comunicato, si articolerà in una serie di interventi in materia di sviluppo economico locale, internazionalizzazione ed innovazione d'impresa, mirati sia alla formazione e all'assistenza tecnica di oltre 100 Pmi tunisine che al rafforzamento delle strutture di appoggio alle Pmi a livello centrale e regionale. È prevista inoltre la creazione di un "Osservatorio delle Pmi" nelle regioni tunisine di Biserta, Nabeul, Zaghaouan, Gabes, Tozeur, Kebili, Medenine e Tatouine.

Con 39 iniziative in corso per un totale di 300 milioni di euro destinati allo sviluppo socio-economico, regionale ed ambientale, la Cooperazione Italiana conferma la centralità e la priorità accordate alla Tunisia. Ulteriori 155 milioni di euro tra crediti di aiuto e doni saranno dedicati per il quadriennio 2017-2020 a sostenere gli sforzi del Paese e a rilanciarne i processi di sviluppo, nel solco dell'impegno assunto dall'Italia in occasione della Conferenza Tunisia 2020. (ANSAmed)
© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati