Migranti: Ue, salgono arrivi nel 2021, Italia in prima linea

Verso la penisola anche da Turchia, Johansson presto a Ankara

29 settembre, 13:19

(ANSAmed) - BRUXELLES, 29 SET - Salgono oltre quota 140mila i migranti in arrivo nell'Ue nel 2021, secondo una stima della Commissione europea. I primi Paesi di ingresso sono Italia, Spagna e Cipro. "Nel 2019 sono stati 140mila i migranti arrivati illegalmente nell'Ue. Nel 2020, il dato è sceso a 120mila. Nel 2021 si prevede un aumento rispetto al 2019, ma non un picco. Nel 90% dei casi l'ingresso è dal mare", ha spiegato la commissaria Ue, Ylva Johansson, in un'intervista ad alcuni media internazionali, tra cui l'ANSA. Gli arrivi in Italia sono soprattutto da Tunisia e Libia, ma anche dalla Turchia, per questo Johansson sarà presto a Ankara.

"Dopo essere andata due volte col ministro Luciana Lamorgese in Tunisia, abbiamo visto che il governo fa molto di più per prevenire la partenza dei migranti e stanno rafforzando i rimpatri dall'Italia. Questo è parte della modalità dell'azione contro il traffico dei migranti e di come funzioneranno le partnership" che vengono presentate oggi, ha spiegato la commissaria Johansson. "Quindi stiamo già lavorando in modo molto attivo con la Tunisia, che per l'Italia rappresenta sia una delle principali nazionalità di arrivo, ma anche uno dei principali Paesi di partenza". "Sono stata in Libia per stabilire la partnership anche qui - ha aggiunto Johansson - e tra alcune settimane andrò in Turchia, dove continuerò le discussioni su come evitare le partenze e lottare contro i trafficanti". (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo