Tunisia: partito Ennhadha invita a manifestare il 14 gennaio

Contro misure decise da presidente Saied

11 gennaio, 11:21

(ANSAmed) - TUNISI, 11 GEN - Il partito islamico tunisino Ennahda esce allo scoperto e invita i suoi sostenitori e le parti sociali a partecipare alle manifestazioni previste per il 14 gennaio, in occasione dell'undicesimo anniversario della Rivoluzione, contro le misure adottate dal presidente Kais Saied.

"Invitiamo tutti i sostenitori e le forze sociali a partecipare alle manifestazioni che saranno organizzate il 14 gennaio contro le misure golpiste e celebrare l'anniversario della Rivoluzione", si legge in una nota del partito su Facebook. Ennahdha si unisce alle manifestazioni anti Saied già annunciate dai partiti di opposizione , Corrente democratica, Ettakatol e Partito repubblicano previsti per il primo pomeriggio sulla centrale Avenue Bourguiba di Tunisi. Il 14 gennaio sarà una "giornata della rabbia" anche per Il collettivo tunisino 'Cittadini contro il colpo di Stato' guidato dall'attivista Jaouhar Ben Mbarek che ha invitato i connazionali a boicottare le consultazioni popolari online indette dal presidente Kais Saied. Formato in gran parte da simpatizzanti del partito islamico Ennhadha e della coalizione islamista Al Karama, oltre che da rappresentanti della società civile, il gruppo protesta contro le misure eccezionali disposte dal presidente il 25 luglio scorso.

Il collettivo chiede inoltre una tabella di marcia per la ripresa dei lavori del Parlamento, la difesa della Costituzione e per tutelare i diritti e le libertà con l'obiettivo di "salvare il Paese dal colpo di Stato" e fissare una data per elezioni legislative e presidenziali anticipate. Il presidente Kais Saied tuttavia, secondo molti osservatori, continua a godere nell'opinione pubblica di un vasto consenso popolare.

(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati