Tunisia: pro-Saied chiedono chiarezza su 'decennio nero'

E invitano a partecipare a manifestazione a sostegno presidente

06 maggio, 14:21

(ANSAmed) - TUNISI, 06 MAG - I leader del movimento 25 luglio, che sostiene il presidente tunisino, hanno invitato Kais Saied e la magistratura a delineare una "responsabilità effettiva e reale" sui fascicoli del "decennio nero", cioè degli anni seguiti alla rivoluzione che rovesciò il regime di Ben Ali nel 2011, prima di attuare la tabella di marcia annunciata dal presidente della Repubblica, compreso il dialogo nazionale, il referendum sulla Costituzione e le elezioni legislative.

Il movimento ha rimarcato in conferenza stampa che ai rappresentanti del partito islamico Ennhadha e a chi ha governato con esso, non è stata addebitata ancora nessuna responsabilità, anche se spesso sono stati coinvolti "in casi di corruzione, appropriazione di fondi pubblici, aiuti esteri e donazioni, terrorismo, invio di jihadisti nei territori di conflitto, omicidi politici, falsificazione di diplomi e altri casi che hanno fatto sprofondare il Paese in crisi dopo il 14 gennaio 2011" I leader del 25 luglio hanno invitato i sostenitori del presidente a partecipare in massa alla manifestazione popolare che si terrà l'8 maggio per sostenere la tabella di marcia di Saied. "Ci aspettiamo che il presidente adotti nuove misure che comportino una reale responsabilità. Il presidente ha un'opportunità storica di avere l'intera strada dalla sua parte", hanno affermato. Riguardo al dialogo nazionale, Mahmoud Ben Mabrouk, capo dell'ufficio politico del movimento 25 luglio, ha detto: "non dialoghiamo con i traditori e con coloro che da 10 anni impoveriscono e vendono il Paese. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati