Ice lancia 'Lab Innova for Tunisia' 2022

Formazione in Italia per 17 startup tunisine

20 giugno, 18:19

(ANSAmed) - TUNISI, 20 GIU - L'ICE-Agenzia di Tunisi, ha dato il via oggi alla seconda edizione del progetto "Lab Innova for Tunisia", un percorso di formazione specialistica sullo scale-up e study tour in Italia rivolto a 17 startup tunisine che stanno sviluppando innovazioni e tecnologie legate alla cybersecurity, al blockchain, ai big data e all'intelligenza artificiale.

La cerimonia inaugurale si è tenuta oggi alla presenza dell'ambasciatore d'Italia in Tunisia, Lorenzo Fanara, del Direttore generale dell'economia digitale, dell'investimento e delle statistiche al Ministero delle Tecnologie della Comunicazione, Sami Ghazeli, e della direttrice dell'ICE-Agenzia di Tunisi, Donatella Iaricci, che ha aperto i lavori della prima fase formativa. Lab Innova, finanziato con il Piano Straordinario del Made in Italy e gestito dall'Agenzia ICE titolare del format formativo, costituisce un esempio di progetto di innovazione collaborativa tra Italia e Tunisia per costruire un ecosistema comune nel campo delle startup, si legge in una nota dell'ICE. Per questo motivo, hanno collaborato al progetto anche l'Association Tunisian Startups, Smart Capital e il Polo tecnologico di Elghezala.

Le startup partecipanti hanno superato una selezione e sono tutte certificate in base alle regole stabilite dalla normativa tunisina dello Startup Act. Esse potranno usufruire di tre moduli dedicati allo scale-up internazionale, alla proprietà intellettuale e al project work per l'estero, che saranno completati da una sessione di coaching personalizzato. Le docenze saranno curate dagli esperti della Faculty dell'Agenzia ICE e da esperti tunisini, allo scopo di mettere le basi per la creazione di un circuito virtuoso di scambio di esperienze e best practice. Gli study tour in Italia, riservati alle startup selezionate in base al loro potenziale e alla capacità di sviluppare progetti congiunti con controparti italiane, completeranno il percorso formativo.

Nel 2022, la città di Milano sarà la destinazione principale degli study tour, fase finale del progetto, che consentirà agli startupper tunisini di visitare il Salone internazionale SMAU ed entrare in contatto con le realtà italiane del mondo dell'ICT, attraverso un programma elaborato in collaborazione con il Politecnico di Milano. La Tunisia sta mettendo a punto alcune misure per definire un ambiente in grado di accompagnare le startup nelle varie fasi di sviluppo: dalla business idea al bootstrapping, dal seed stage all'early stage, fino alla completa autonomia dagli investitori. La "fertilità dell'ecosistema" è data dalla presenza di facilitatori come acceleratori, incubatori o investitori per far fronte alle problematiche che le startup incontrano sia nella fase di crescita che di collocazione sui mercati. Nell'edizione 2022 del progetto, la novità è rappresentata anche dalla presenza di facilitatori tunisini che avranno la possibilità di confrontarsi con il sistema dell'innovazione italiano. In questa direzione, Lab Innova for Tunisia costituisce sia un laboratorio per le startup che hanno un progetto di espansione all'estero, ma anche un primo passo verso la creazione di un ecosistema congiunto tra Italia e Tunisia, che comprenda facilitatori e investitori, per favorire programmi e progetti di sostegno all'innovazione.(ANSAmed) (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati